News ed Eventi

Il giardino degli amanti: in prima assoluta la coreografia di Massimiliano Volpini sui quartetti e quintetti di Mozart. Alla Scala dal 9 al 19 aprile.

Prosegue il percorso sui lavori da camera che, con Cello Suites, ha portato critiche entusiastiche e grande risalto agli artisti del Ballo; in questa stagione un ulteriore passo avanti, con Il giardino degli amanti, nuova produzione, sulle musiche di Mozart, affidata a Massimiliano Volpini, già danzatore della compagnia e coreografo in Italia e all’estero, per colleghi scaligeri, per la Scuola, per l’Opera, ma anche tv e videoclip. La sua collaborazione con Roberto Bolle, che lo ha portato a creare per lui assoli, passi a due e un fortunato progetto multimediale, proseguirà con questa novità, che vede l’étoile protagonista assieme al Corpo di Ballo scaligero. Prima assoluta il 9 aprile, trasmessa in diretta su Rai 5 con diffusione cinematografica internazionale a partire dal mese di giugno.

 

Nel giardino di una villa, un’orchestra da camera suona i meravigliosi quartetti e quintetti di Mozart, e tutto si impregna di echi e rimandi al mondo del compositore. Come per  illusione o per suggestione, dal giardino labirintico affiorano personaggi mozartiani, che giocano o forse si prendono gioco degli ospiti della festa coinvolgendoli nelle loro ben note schermaglie amorose. Figaro, il Conte di Almaviva, Susanna e Rosina, Don Giovanni e Leporello, Fiordiligi, Dorabella Ferrando e Guglielmo, tutti ripercorrono la loro natura, che non possono che ripetere all’infinito, anche all’arrivo dei “visitatori”: una coppia si separa, si perde nel labirinto e si ritroverà solo alla fine, trasformata; sarà la Regina della Notte a condurre i giovani all’interno di questo mondo e compiere questa metamorfosi.

Una Donna, Un Uomo: la coppia principale vedrà protagonisti l’étoile Roberto Bolle, con Nicoletta Manni  e per due recite con Virna Toppi; Nicola Del Freo con Virna Toppi e Martina Arduino. La Regina della Notte sarà Marta Romagna poi Paola Giovenzana e Antonina Chapkina; Don Giovanni Claudio Coviello poi Gioacchino Starace e Timofej Andrijashenko; Leporello Christian Fagetti poi Marco Messina e Matteo Gavazzi, Figaro Walter Madau poi Angelo Greco; Susanna Antonella Albano e Alessandra Vassallo;  Il Conte di Almaviva  Mick Zeni poi Massimo Garon; Rosina Emanuela Montanari poi Christelle Cennerelli; Guglielmo Valerio Lunadei poi Massimo Dalla Mora; Ferrando Angelo Greco poi  Marco Agostino, Fiordiligi  Vittoria Valerio poi Stefania Ballone e  Dorabella Marta Gerani  poi Agnese Di Clemente.

“Mi sono già avvicinato a Mozart in altre due occasioni – commenta il coreografo – sono attratto dalle sue partiture da camera, ricche di dettagli che mi permettono di essere musicale nell’essenza stessa della musica, cercando il giusto passo per ogni tipo di nota o strumento. Mozart offre ricchezza ma anche leggerezza, fluidità, dinamica; qui la musica è davvero la guida ed è  protagonista: i musicisti, tutti straordinari e con parti virtuosistiche di grande ricchezza, saranno in vista e in diretto contatto con la scena”. Ad eseguire i quartetti e quintetti mozartiani  saranno Francesco Manara, Daniele Pascoletti (Violini)  Simonide Braconi (Viola) Massimo Polidori (Violoncello) Andrea Manco (Flauto),  Fabien Thouand (Oboe)  Fabrizio Meloni (Clarinetto).

  

Acquista il tuo biglietto!

Infotel Scala 02 72003744

www.teatroallascala.org